• Info

    Formula vacanza

    in gruppo italiano

    10-20 partecipanti

     

    Date di partenza

    dal 19.01 al 29.01.20

    Quota per persona in doppia

    1.890 € + tasse aeroportuali + autorizzazione eTA

     

    Comprende

     

    • volo di linea British Airways a/r
    • noleggio auto o minivan per gli spostamenti in loco
    • 7 pernottamenti in hotel 3*
    • 2 pernottamenti in una tipica Log Home ad uso esclusivo
    • 5 prime colazioni
    • traghetto da/per Vancouver Island
    • accompagnatore Zeppelin
    • assicurazione medico-bagaglio di base

    Non comprende:

    • tasse aeroportuali (310 €)
    • eventuale adeguamento valutario
    • autorizzazione eTA (7 Ca$ )
    • carburante auto e parcheggi
    • rimanenti pasti
    • bevande
    • ingressi a siti o monumenti
    • eventuali escursioni (slitte, sci, ecc…)
    • mance ed extra a carattere personale
    • eventuale assicurazione medica integrativa o assicurazione annullamento

    Supplementi:

    600 € camera singola (esclusi pernottamenti a Mission)

     

    Documenti:

    È richiesto il passaporto con validità pari almeno alla durata del soggiorno.
    Si suggerisce tuttavia che il passaporto abbia validità di almeno sei mesi della data di ingresso nel Paese.

    Inoltre, prima di partire per il Canada è obbligatorio richiedere un'autorizzazione eTA (electronic Travel Authorization), ossia una sorta di visto che i viaggiatori dovranno presentare assieme al passaporto prima di salire a bordo dell’aereo.
    Ai fini della domanda di autorizzazione eTA sarà richiesto di fornire i seguenti dati personali: - • Nome, cognome, data e luogo di nascita, genere, indirizzo
    • Nazionalità, numero di passaporto e sua data di scadenza
    L'eTA sarà valida per 5 anni dal rilascio, salvo in caso di scadenza del passaporto anteriore a tale data, di revoca da parte delle autorità canadesi o di rilascio di una nuova autorizzazione eTA al richiedente. All'atto della richiesta occorrerà pagare una tassa pari a 7 Dollari Canadesi (mediante carta di credito Visa o Mastercard).
    Per ulteriori informazioni, in italiano, sull’eTA, si prega di consultare la seguente pagina Internet www.cic.gc.ca/english/visit/eta-facts-it.asp

    Per chi lo desidera, Zeppelin può occuparsi di tutta la procedura al costo di 20 €, purché i dati richiesti e il relativo pagamento siano inviati in tempo utile.


  • Itinerario

    19.01.20 domenica
    Italia – Vancouver – Mission
    Partenza in tarda mattinata da Milano: il nostro volo, dopo uno scalo a Londra, atterrerà all’aeroporto di Vancouver alle 19:10. Dopo i controlli di dogana e il ritiro delle auto a noleggio guidiamo verso Mission, che raggiungiamo in un’ora e mezza circa (74 km). Ci aspetta una cena veloce e poi un bel riposo nella Log Home che ci ospiterà le prossime due notti, per recuperare le energie e abituarci al fuso orario.

    20.01.20 lunedì
    Mission
    Oggi ci godiamo la tipica Log Home canadese dove siamo alloggiati: 1524 mq di superficie, 7 camere da letto, 5 bagni, jacuzzi... tutto (o quasi) rigorosamente fatto a mano!
    E per movimentare un po’ la giornata, chi se la sente di arrampicarsi su una Douglas di 60 metri?!

    21.01.20 martedì
    Mission – Williams Lake (475 km)
    Le indicazioni ci danno 475 km da fare lungo la Canadian Highway n° 1 quella che porta prima in Yukon e poi in Alaska. Nel corso della giornata faremo alcune tappe, tra cui una a Spences Bridge: qui abitano 150 persone e ci sono ben 5 general stores (supermercati), praticamente uno ogni 30 contadini! Arriviamo a Williams lake in serata, dove rimarremo a dormire per due notti. La città si trova nel Central Interior della British Columbia, la terra delle più grandi segherie della storia: situata nella parte centrale di una regione conosciuta come Cariboo, è il più grande centro urbano tra Kamloops e Prince George, con una popolazione di 10.000 abitanti di cui 500 First Nations (gli Indiani d’America), 500 stranieri e 8.000 bianchi (così definisce la popolazione wikipedia). Williams Lake è anche la città natale di Rick Hansen, l'atleta paraplegico canadese e attivista per le persone con lesioni del midollo spinale, che è diventato famoso durante il suo tour mondiale per la raccolta di fondi di Man in Motion. Ma non è tutto perché negli ultimi anni Williams Lake è diventata importante per il programma TV “Timber King” che viene trasmesso in Italia con il nome ”Pazzi per il legno” prima su Dmax ed ora su canale Alfa. Questo programma TV è a metà strada tra un reality di carpenteria in legno ed un documentario sulle case costruite con il sistema loghome; in particolare tutto questo è relativo ad una fabbrica di Williams Lake, la Pioneer Log Homes, oggi affiliata ad altre colleghe nord americane che costruiscono case di tronchi in tutto il mondo. Insomma a 8.000 km di distanza già possiamo immaginare il profumo della segatura di cedro rosso e i cavalli delle motoseghe che vanno al massimo per segare quei tronchi giganti!

    22.01.20 mercoledì
    Williams Lake
    Garry Crosina, il direttore commerciale di Pioneer, ci aspetta oggi alla Pioneer Log Homes per farci conoscere la più bella e più conosciuta azienda che costruisce le case con i tronchi. Siamo in contatto anche con alcuni dei carpentieri, che saranno felici di incontrarci se in quei giorni si troveranno al quartier generale.
    Nel loro sito è riportato quanto segue: “C'è qualcosa di veramente speciale nel modo in cui Pioneer Log Homes progetta ogni singola struttura. Realizziamo scrupolosamente ogni singolo dettaglio per consegnare il tuo log di classe mondiale in tempo, nel budget e in equilibrio con la perfezione della natura. I costruttori ed i progettisti di Pioneer Log Homes sono molto orgogliosi di un lavoro ben fatto, sapendo che le lussuose case di tronchi che costruiamo e le foreste che aiutiamo a sostenere dureranno nel tempo e saranno apprezzate per molte generazioni e secoli a venire”. La cosa bella che che la Pioneer ha diffuso “il virus della febbre del legno” e da quando sono in onda alla TV hanno cominciato a realizzare mobili e molti attrezzi per la casa, tutti fatti di tronchi.
    Visiteremo gli uffici con il Visitor Center di Williams Lake e, se il tempo lo permette, ci porteranno in cantiere (ma le motoseghe non vogliono proprio farcele usare, se non per una foto!).

    23.01.20 giovedì
    Williams Lake – Whistler Mountains (324 km)
    Oggi con calma ci dirigiamo a sud-ovest verso la zona di Whistler Mountain, dove rimarremo per due notti. Questa è tra le più importanti aree sciistiche del Nord America ed è stata sede delle Olimpiadi invernali nel 2010. La ski-area è davvero imponente a livello di dimensioni: 8.171 ettari di piste servite e 37 impianti di risalita. Inoltre qui c'è il più lungo sistema di trasporto continuo del mondo: il Peak 2 Peak Gondola, che trasporta sciatori e snowboarder da Whistler a Blackcomb Mountains. Queste due montagne offrono più di 200 sentieri segnati che includono ghiacciai, fuoripista, radure isolate e piste perfettamente preparate. I freestyler qui hanno a disposizione sei snowpark, adatti sia a principianti che esperti. L'innevamento medio annuale è di circa 462 pollici di neve, e sicuramente ce n'è per tutti i gusti. l sabato e la domenica saranno dunque dedicati allo svago sulla neve: con gli sci o la tavola ai piedi, su un elicottero per un giro di heli-ski, a bordo di una moderna motoslitta o correndo su una slitta trainata da cani.

    24.01.20 venerdì
    Whistler Mountains
    Intera giornata da dedicare agli sport di montagna. Per chi proprio non vuol saperne di neve ci sono numerosi costruttori di case da visitare, altrimenti faremo una prima puntatina a North Vancouver.

    25.01.20 sabato
    Whistler Mountains – Vancouver Island – Nanaimo (110 km + 68 km in traghetto + 4 km)
    Partiamo dopo colazione percorrendo la Sea to Sky Highway, una stupenda strada a due corsie che dalla vallata di Whistler, in mezzo ai monti, porta direttamente all’oceano, in un susseguirsi di vedute da cartolina. In tarda mattinata raggiungiamo la cittadina di Squamish e la vicina Horseshoe Bay: da qui parte il traghetto che ci porterà sull’Isola di Vancouver, a Departure Bay, in circa due ore. Ancora pochi chilometri e saremo arrivati all’hotel di Nanaimo che ci ospita per la notte.

    26.01.20 domenica
    Nanaimo
    L’isola di Vancouver è un isolotto in mezzo all’Oceano Pacifico lungo 500 km e largo 100 km. Noi l’attraverseremo costeggiando boschi e fiordi fino a raggiungere la costa più selvaggia tra tronchi e idrovolanti. Sulla strada ci fermeremo a visitare il Cathedral Grove, all’interno del MacMillan Provincial Park, un’area protetta di foresta vergine, considerata un luogo sacro dagli Indiani, dove crescono enormi abeti di Douglas e cedri giganti alti 80 m e con 3 m di diametro. Faremo poi una seconda tappa a Port Alberni, una città che ha costruito la propria fortuna sull’industria forestale e sulla pesca. Qui andremo a visitare il Museo delle Segherie a vapore (Alberni Valley Museum) e la locale riserva indiana, prima di rientrare a Nanaimo, nel tardo pomeriggio.

    27.01.20 lunedì
    Nanaimo – Vancouver
    Altra giornata da dedicare all’esplorazione di Vancouver Island. Faremo una doverosa tappa nella riserva naturale del Pacific Rim National Park, una destinazione particolarmente cara alle persone che amano il paesaggio marino più selvaggio, quello fatto di foreste secolari di alberi altissimi e spiagge sabbiose scosse dalla instabile potenza dell'oceano. Nel tardo pomeriggio ci imbarchiamo nuovamente sul traghetto a Departure Bay (Nanaimo) per raggiungere Horseshoe Bay e la vicina città di Vancouver, dove rimarremo per un’ultima notte.

    28.01.20 martedì
    Vancouver – Londra
    Giornata dedicata alla visita del centro di Vancouver, con la sua baia e i caratteristici palazzi vittoriani che oggi ospitano ristoranti, bar, boutique e gallerie d’arte, dove si vendono soprattutto opere dei nativi Indiani. In particolare, vedremo un cantiere di barche di legno, il Museum of Vancouver (che espone un’immensa chiesa indiana) e la suggestiva Jeriko Beach. In serata ci aspetta il nostro volo per l’Europa, alle 21:10, per cui ci muoviamo con il giusto anticipo per raggiungere in tempo l’aeroporto, verso le 18:00, riconsegnare le auto e fare il check-in.

    29.01.10 mercoledì
    Arrivo in Italia
    Dopo uno scalo a Londra, atterriamo nel pomeriggio a Milano. Alla prossima!

    Per motivi organizzativi o climatici l’itinerario potrebbe subire modifiche prima e/o durante la vacanza. In caso di chiusure non prevedibili al momento della pubblicazione del programma, sostituiremo la visita con altri luoghi di interesse.

     

  • Operativo voli

    Volo di linea British Airways, via Londra

    19.01.20 BA 0573 Milano Malpensa-Londra H 11:30-12:40
    19.01.20 BA 0085 Londra-Vancouver H 17:30-19:10
    28.01.20 BA 0084 Vancouver-Londra H 21:10-14:30*
    29.01.20 BA 0580 Londra-Milano Malpensa H 16:40-19:35

    * del giorno dopo

    N.B.: I voli indicati potrebbero subire variazioni.

     

  • Caratteristiche

    Itinerario facile. Le visite saranno effettuate spostandosi in più auto (o monovolume) e i partecipanti dovranno alternarsi alla guida, mentre i pernottamenti sono previsti in confortevoli hotel/motel di categoria turistica (3*).

    Ogni singolo partecipante deve essere in uno stato di forma psicofisica che gli consenta di poter svolgere e completare l'itinerario della vacanza scelta. In caso contrario, per tutelare l'incolumità del gruppo e del partecipante stesso, l'accompagnatore si riserva il diritto di escluderlo dalle escursioni che riterrà più impegnative.

     

  • Come arrivare

    In aeroporto al check-in del volo, 2 ore prima della partenza.

     

  • Pernottamento e pasti

    Sono compresi 9 pernottamenti in hotel di cat. turistica o turistica superiore (3*), in camere doppie/triple con servizi.
    Nella quota viaggio sono comprese 5 prime colazioni.

     

  • Materiale informativo

    Alcuni giorni prima della partenza, invieremo tramite mail il documento finale con:

    • orario e luogo di incontro
    • nome e numero dell’accompagnatore
    • indirizzi e numeri di telefono utili
    • eventuali informazioni personalizzate

     

  • Al vostro fianco

    Andrea Zenari è un appassionato del lavoro che svolge, prima ancora di essere un certificatore molto attento all’innovazione di prodotto, ai nuovi sistemi costruttivi in edilizia che impiegano la materia prima legno, alla correttezza della loro messa in opera.
    Laureato in scienze forestali e ambientali, la sua attenzione si è spostata dalla foresta e dalle tecnologie di trasformazione del legno al cantiere e alla costruzione della casa a struttura di legno. Da molti anni lavora il legno di mezzo mondo e gira l’Italia con la sua segheria mobile.

    I nostri accompagnatori coordinano il gruppo, lo guidano lungo il tragitto e traducono all’occorrenza. Sono preparati sul programma di viaggio e ricevono un training pre-partenza. Li conosciamo tutti personalmente, per questo possiamo assicurarti che saranno i tuoi migliori compagni di viaggio.
    Sono appassionati viaggiatori e persone intraprendenti, che non disdegnano varianti al programma e che sanno dare consigli utili.

     

    Durante il viaggio, in caso di necessità, potete contattare il numero:

    • dell’accompagnatore.
    • di emergenza Zeppelin attivo ogni giorno dalle 8:00 alle 20:00

     

     

  • 1 Impressioni di viaggio
    • Matteo

      Vacanza del 15-25 gennaio 2019

      Pubblicazione 18 febbraio 2019

      Viaggio molto interessante e molto ben organizzato!! Ottimo per gli amanti del legno e della natura, con una grande vastità di panorami e territori visitati e attraversati. Molto interessanti le visite alle ditte locali costruttrici di case in legno!
12
1