• Info

    Formula vacanza:

    in gruppo italiano

    10-15 persone + accompagnatore

     

    Data di partenza:

    dal 21.04.19 al 28.04.19

     

    Quota per persona:

    1.040 € + tasse aeroportuali

     

    Comprende:

    • assistenza in aeroporto
    • accompagnatore Zeppelin
    • volo di linea Royal Air Maroc a/r
    • transfer a/r dall’aeroporto
    • guida locale-mediatore culturale parlante italiano
    • pernottamenti con colazione in riad a Marrakech
    • noleggio del minibus con autista
    • guide locali per le visite
    • quota a sostegno dei progetti visitati
    • assicurazione medico-bagaglio

    Non comprende:

     

    • tasse aeroportuali (210 €)
    • cassa comune obbligatoria (235 €)
    • eventuali bevande alcoliche e fuori dai pasti
    • mance, spese personali e quanto non specificato

    La cassa comune sarà da versare all’accompagnatore all’arrivo in Marocco e verrà utilizzata per pagare tutti quei servizi forniti dai fornitori più piccoli (o a gestione familiare) che non sono organizzati per ricevere pagamenti anticipati via bonifico bancario.
    La cassa servirà per pagare:

    • pasti e bevande in loco (escluse bevande alcoliche)
    • entrate ai siti della medina di Marrakech ed alla kashba di Telouet
    • atelier di cucina tradizionale marocchina con le donne dell’Associazione El Amane
    • trasporti pubblici urbani a Marrakech (bus e taxi collettivi)
    • pernottamenti presso lo gîte d’étape e la maison d’hotes.

    Supplementi:

    200 € camera singola

     

    Documenti:

    Passaporto in corso di validità.

    Attenzione:

    È vietato uscire dal Marocco con Dirham. Alla fine del soggiorno si possono convertire in Euro o altra valuta straniera solo i Dirham acquistati in precedenza presentando le relative ricevute.   

  • Itinerario

    21.04.19 domenica
    Italia – Marrakech
    Ritrovo in aeroporto a Milano Malpensa e partenza con volo di linea per Marrakech. Qui incontriamo il nostro accompagnatore locale e ci trasferiamo nella medina, la città vecchia, per sistemarci in un riad, casa tradizionale marocchina caratterizzata da un patio centrale. In serata passeggiamo  per i vicoli colorati e vocianti del souk, per poi cenare alle bancarelle di piazza Djemaa el Fna, palcoscenico per artisti, musici, cantastorie e giocolieri, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.
    Pernottamento: riad.

    22.04.19 lunedì
    Marrakech

    Giornata dedicata alla vista guidata a piedi dell’incredibile medina di Marrakech: ammiriamo il minareto e i giardini della Koutobia, le Tombe Saadiane, il ricco e ben conservato palazzo Bahia e il palazzo Badi. Dopo il tour pranziamo in un ristorantino con un incantevole terrazza che si affaccia sulla piazza Djemaa el Fna. Nel pomeriggio partiamo all’esplorazione del souk degli artigiani tra laboratori di sarti, tintori e falegnami, botteghe e negozi di ceramiche, argento, tappeti, tessuti, ferro battuto, lampade in pelle e vetro, stucchi e gessi. Ceniamo nel nostro riad, dove possiamo provare il piatto tradizionale di Marrakech, la tajine: un’anfora di terracotta riempita con carne di manzo o montone e spezie e portata a cuocere nella caldaia che riscalda l’hammam.

    Pernottamento: riad.


    23.04.19 martedì
    Marrakech – Imin’tlit – Sidi Kaouki (266 km)
    Ci spostiamo a ovest, verso l’oceano in direzione di Essaouira. Nel tragitto deviamo verso sud, per percorrere la rotta che, correndo parallela alla costa, ci porta fino a Smimou, affollata cittadina di passaggio, e da qui verso l’interno, in un paesaggio dominato da maestosi alberi d’argan, fino ad Imin’tlit. In questa località visitiamo la Cooperativa femminile Tamounte, pranziamo con un couscous preparato dalle donne e conosciamo il complesso e interessante processo di produzione dell’olio d’argan. Nel pomeriggio percorriamo un’incantevole strada costiera, che ci porta fino a Sidi Kaouki, villaggio famoso per surf, wind e kite-surf, dove ci sistemiamo in un’accogliente maison d’hotes, di fronte all’oceano. Prima di cena c’è tempo per una breve passeggiata sull’immensa spiaggia dominata dal marabutto, la tomba del santo locale, custodita in una costruzione a picco sulla scogliera.
    Pernottamento: maison d’hotes.

    24.04.19 mercoledì
    Sidi Kaouki – Essaouira – Marrakech (199 km)

    Dopo colazione proseguiamo il viaggio verso Essaouira. Questa affascinante città ha origini molto antiche che risalgono ai Fenici, che qui giunsero alla ricerca del murice, un mollusco da cui ricavano la preziosa porpora; fu anche un importante insediamento portoghese, poi riconquistata da un sovrano alauita, che la fece riprogettare, integrando il porto antico e la fortezza portoghese. Essaouira è famosa, inoltre, per il festival internazionale di musica gnawa, una musica portata dagli schiavi provenienti dall’africa nera, utilizzata come strumento di comunicazione con gli spiriti. Visitiamo l’Ensemble Artisanal, dove si trovano i negozi e i laboratori per apprendisti delle principali specialità artigianali; la lavorazione della radica di tuia e la gioielleria in argento d’origine ebraica. Per pranzo possiamo acquistare del pesce fresco, farlo cucinare e mangiarlo direttamente alle bancarelle del mercato coperto della medina. Dopo pranzo prendiamo la strada del rientro per Marrakech, dove giungiamo in serata. 

    Pernottamento: riad.



    25.04.19 giovedì
    Marrakech

    Ci trasferiamo al quartiere di Sidi Youssef Ben Ali, dove incontriamo le cuoche e le mediatrici del Caffè Letterario, uno degli interessanti progetti avviati dall’Associazione el Amane, e con loro ci rechiamo a fare la spesa al souk. Impariamo qualche parola in arabo marocchino e cominciamo a conoscere il mondo delle spezie, come accostarle tra loro e con quali piatti utilizzarle. Le donne ci introducono ai loro segreti e terminiamo l’esperienza con la degustazione delle prelibatezze cucinate insieme: tajine, couscous, tè alla menta. Durante l’attesa della preparazione dei piatti possiamo chiacchierare con Halima Oulami, presidente dell’associazione che si impegna, nello stesso quartiere, a fianco delle donne in difficoltà con programmi di supporto psicologico, legale e formativo. Dopo pranzo ci concediamo un pomeriggio libero con la possibilità di dedicarsi allo shopping nel souk, o di godersi un tonificante hammam. Per chi lo desidera, c’è anche la possibilità di visitare la collezione privata di cactus e piante conosciuta come Jardins Majorelle. Come ultima opzione, infine, un tuffo nella vita popolare della città: al mercato di Bab el Khamis, un dedalo di stradine popolate di artigiani e rivenditori di ogni tipo, non molto abituati a vedere turisti. I negozi dei souk principali della città, infatti, si riforniscono da qui, quindi è possibile trovare davvero ottime occasioni senza bisogno, normalmente, di contrattare molto.

    Pernottamento: riad.



    26.04.19 venerdì
    Marrakech – Telouet (176 km)

    Dopo colazione, partiamo verso l’Alto Atlante, che attraversiamo per la bellissima strada del Tizin’Tichka. Le pendici nord dell’Atlas offrono scenari mozzafiato su foreste di pini di Aleppo e lecci, oltre agli immancabili oleandri lungo il corso del fiume. Poco dopo il passo Tichka, a più di 2200mt di altitudine, una deviazione ci porterà a Telouet, dove incontriamo Mohamed Aghoujdam. Pranziamo nel suo bel ristorante e visitiamo la kashba dei Glaoui, i regnanti del sud del Marocco, caratterizzata dagli splendidi saloni decorati con stucchi e mosaici, pavimenti in marmo di Carrara e i soffitti in legno di cedro del Medio Atlante. Nel pomeriggio, risaliamo verso il passo Tichka e con una breve pista, raggiungeremo il villaggio di Imouzzer, dove saremo accolti a La Maison de la Culture, un centro per l’accoglienza ai viaggiatori costruito dall’Associazione Wifaq per lo sviluppo rurale.


    Passeggiate:
    • a Telouet è prevista una brevissima camminata (mezz’ora fra andata e ritorno, su sentiero) per raggiungere la kashba, attraversando i vecchi villaggi berbero ed ebreo; in alternativa si può utilizzare il minibus;
    • a Imouzzer è necessario fare una breve camminata in salita (venti minuti, su sentiero di montagna) per raggiungere La Maison de la Culture; il grosso dei bagagli sarà lasciato nel minibus, parcheggiato all’inizio del villaggio, e ci si porterà dietro solo il necessario per la notte.

    27.04.19 sabato
    Telouet – Marrakech (100 km)

    Giornata dedicata alle passeggiate nella natura tra noci secolari, meli e peschi, all’incontro con la gente del villaggio e all’approfondimento dei progetti locali dell’Associazione Wifaq. Questi progetti sono incentrati sulla costruzione di due piccoli bacini di raccolta dell’acqua per le estati secche, sulla distribuzione dell’acqua in tutte le case, la sistemazione della scuola primaria e materna, programmi educativi in collaborazione con scuole di pedagogia, organizzazione di campi di lavoro estivi per ragazzi italiani, raccolta e incenerimento della spazzatura, corsi di alfabetizzazione per le donne e costruzione della Maison des Femmes. Pranziamo a La Maison de la Culture. Nel pomeriggio salutiamo i nostri ospiti e partiamo per Marrakech. Una volta arrivati, ci rechiamo a cena in città nuova: l’Associazione Amal, una no-profit basata su Marrakech, che dedica i suoi sforzi alle donne in difficoltà, attraverso corsi di formazione ed eventualmente l’assunzione presso il ristorante dell’associazione stessa o altri ristoranti in città. 

    Pernottamento: riad. 

     
    Passeggiate:
    a Imouzzer è prevista una bella camminata, con poco dislivello, per recarsi al bacino di raccolta dell’acqua vicino alla sorgente del ruscello (tempo stimato 1h30 con soste).
     
    28.04.19 domenica
    Marrakech – Italia
    Il mattino ci trasferiamo in aeroporto per prendere il volo di rientro in Italia.

    Nota bene: in caso di maltempo o strade impraticabili lungo il passo del Tichka, il viaggio potrebbe subire variazioni di programma o anche l’annullamento dell’escursione sull’Alto Atlante.

     

    Il programma di viaggio potrebbe subire variazioni prima della partenza (in tal caso ne verrà data tempestiva comunicazione) o anche durante il viaggio stesso, a causa della momentanea indisponibilità delle comunità ospitanti, di variazioni delle condizioni sociali ed ambientali, della concomitanza con importanti festività locali o per motivi climatici.

     

     

  • Operativo voli

    Voli di linea Royal Air Maroc, via Casablanca

    21.04.19  AT 955 Milano Malpensa - Casablanca h 12:40-14:55
    21.04.19 AT 419 Casablanca - Marrakech h 16:40-17:30
    -
    28.04.19  AT 0402 Marrakech - Casablanca h 09:55-10:40
    28.04.19  AT 950 Casablanca - Milano Malpensa h 13:45-17:50

    N.B.: gli orari indicati potrebbero subire variazioni.

     

  • Caratteristiche

    Viaggio facile ma intenso che richiede un buono spirito di adattamento e una reale motivazione a conoscere lo stile di vita marocchino. L’itinerario è consigliato a chiunque voglia fare un’esperienza di “turismo responsabile”, i cui punti focali sono la forte interazione con la comunità ospitante, il sostegno dell’imprenditoria locale e il contributo a vari progetti di sviluppo. Tutto ciò senza trascurare il lato più propriamente turistico dell'esperienza, con visite ai siti più interessanti, camminate nella natura e passeggiate in città o mercati. Queste escursioni a piedi sono alla portata di qualunque camminatore in buona forma fisica; forma fisica necessaria anche per affrontare nel migliore dei modi le temperature della montagna.

    Segnaliamo infine che sull’Alto Atlante si raggiungeranno gradualmente altitudini che vanno dai 1500 m ai 1800 m circa, con un unico breve transito a quota 2260 m.

     

    Progetti sostenuti
    Una percentuale del costo dei servizi in Marocco viene accantonata come quota progetti, un aiuto concreto per la realizzazione di progetti ad opera di associazioni locali o comunque operanti sul territorio. Il sostegno avviene, oltre che con la quota progetto, anche con altri metodi, a seconda della tipologia.

     

  • Come arrivare

    Ritrovo in aeroporto al banco del check in, 3 ore prima della partenza.
     

  • Pernottamento e pasti

    Sono previste da programma 5 notti in riad in camere doppie con servizi privati, 1 notte in maison d’hotes e 1 notte in gîte d’étape.  Sono incluse nella cassa comune obbligatoria 7 colazioni, 7 pranzi e 7 cene (incluse bevande analcoliche).I pasti durante i picnic verranno preparati tutti insieme.

    È richiesto buono spirito di adattamento e reale motivazione a conoscere lo stile di vita marocchino.


    Le colazioni sono sempre previste presso le strutture in cui si dorme, così come quasi tutte le cene; non sarà così per i pranzi (e un paio di cene), che si svolgeranno in luoghi o situazioni differenti, a seconda del programma: famiglie o cooperative locali, pranzi al sacco o pic-nic all’aperto, cena alle bancarelle in piazza a Marrakech, ristorantini lungo le strade di trasferimento.

    Per qualche dettaglio in più

    Riad: sono caratteristiche case riadattate a luogo di pernottamento e si trovano nella medina (parte antica della città); erano abitazioni tradizionali riccamente decorate con mosaici, stucchi e legno intarsiato, con patio centrale circondato dalle camere, spesso distribuite su più piani e con la terrazza ed il cortile ora utilizzati per i pasti; le camere si caratterizzano per non essere standard come quelle di un classico hotel occidentale e sono doppie (con possibilità di uso singola) con toilette e doccia privati.


    Maison d’hotes: normalmente presenti nelle zone rurali del Marocco, queste strutture sono semplici pensioni a gestione familiare con poche camere, doppie e triple e talvolta quadruple, con toilette e doccia privati; si caratterizzano per l’ambiente molto semplice ma curato e una cucina strepitosa.


    Gîte d’étape: La Maison de la Culture, a Imouzzer Tichka, è un centro comunitario del villaggio, simile ad un nostro rifugio di montagna; la struttura è organizzata in quattro camere da 4-5 posti letto ciascuna: in ogni camera c’è un letto matrimoniale, accanto a materassini posti su tappeti; due toilette e due docce sono condivisi per tutta la struttura (che sarà comunque ad uso esclusivo per il gruppo); è inoltre presente un salone (riscaldato a legna) per i pasti, un patio esterno ed un giardino; a La Maison non sono disponibili camere singole.

    Nota bene: nei rari casi in cui non si verifichino le condizioni per un abbinamento, a chi viaggia da solo verrà richiesta una quota forfettaria pari al 50% del supplemento singola. Tale supplemento sarà rimborsato in caso si concretizzi in seguito l'effettivo abbinamento.

     

  • Materiale informativo

    Alcuni giorni prima della partenza, invieremo tramite mail il documento finale con le seguenti informazioni:

    • indirizzo e numero di telefono degli hotel
    • nome e numero dell’accompagnatore
    • orario dell’appuntamento in aeroporto.
  • Al vostro fianco

    Accompagnatore Zeppelin per tutta la durata del viaggio, guida locale-mediatore culturale parlante italiano e guide autoctone come da programma.
    I nostri accompagnatori coordinano il gruppo, lo guidano lungo il tragitto e traducono all’occorrenza. Sono preparati sul programma di viaggio e ricevono un training pre-partenza. Li conosciamo tutti personalmente, per questo possiamo assicurarti che saranno i tuoi migliori compagni di viaggio. Sono appassionati viaggiatori e persone intraprendenti, che non disdegnano varianti al programma e che sanno dare consigli utili.

    Durante il viaggio, in caso di necessità, potete contattare il numero:

    • dell’accompagnatore;
    • di emergenza Zeppelin attivo ogni giorno dalle 8:00 alle 20:00.
20