Individuale
Trekking

Irlanda

La Penisola di Dingle

Eredità celtica sull’oceano

da 780 €

8 giorni / 7 notti

da 749 €

Con Sconto Prenota Prima

per partenze successive al 23.07.2019 incluso

Prenota 4 mesi prima e riceverai uno sconto del 4% o l'assicurazione annullamento Globy Giallo inclusa: la più completa, non la solita polizza base!

chiudi X

Cod. IE005

  • Info

    Formula vacanza

    individuale

     

    Data di partenza

    ogni giorno dal 1.04 al 31.10.19

     

    Quota per persona in doppia

    780 €

    guesthouse, b&b e piccoli hotel

     

    Comprende

    • 7 pernottamenti con colazione tipica
    • transfer privati come da programma (2°, 3°, 5° e 7° giorno)
    • transfer privato da Cloghane a Tralee (8° giorno)
    • trasporto bagagli
    • materiale informativo
    • assistenza telefonica
    • assicurazione medico-bagaglio

    Non comprende

    • viaggio per Dingle e da Tralee
    • pasti
    • ingressi
    • mance
    • extra
    • quanto non specificato

    Supplementi

    300 € camera singola
    350 € viaggiatore singolo (camera singola inclusa)

     

    Documenti

    Carta d’identità valida per l’espatrio senza timbro di proroga o passaporto in corso di validità.

  • Itinerario

    1° Dingle
    Arrivate in questo piacevole paesino di pescatori sull’estremità ovest dell’omonima penisola. Dingle ha un’atmosfera vivace e conta numerosi ristoranti e pub di ottima qualità. Durante tutto l’anno è facile imbattersi in concerti di musica irlandese quasi ogni sera. Pernottamento a Dingle.

    2° Dingle – Annascaul – Dingle (20 km, +/- 300 m, 6 ore)
    In mattinata breve transfer fino ad Annascaul. Da qui a piedi seguite i sentieri che vi riconducono a Dingle. L’itinerario vi porta attraverso Minard, con il suo castello del XVI secolo, e il celtico paesino di Lispole. Continuate su antiche e strette stradine di campagna attraverso Lisdargan e Ballingarraun incontrando l’antica strada militare sotto il Connor Pass e rientrare quindi a Dingle, dove pernottate.

    3° Dingle – Ventry Beach – Dingle (19 km, +/- 350 m, 5.5 ore)
    Con un breve transfer privato arrivate appena fuori Dingle, dove inizia il sentiero di oggi, che conduce al sito paleocristiano di Kilcolman, per poi continuare sulla splendida spiaggia di Ventry Beach. Da qui parte la bellissima camminata storica attorno a Slea Head, per finire a Dunquin. Lungo il percorso potete osservare da vicino le tipiche costruzioni in pietra chiamate “beehive-huts”, capanne ad alveare, e godere della vista su tutte le Blasket Islands, le terre più a ovest d’Europa, a 5 km dalla punta della penisola di Dingle. Breve transfer di rientro e pernottamento a Dingle.

    4° Dingle
    Giornata libera a Dingle. Potete scegliere di rilassarvi e leggere, passeggiare tra i vari negozi di artigianato della cittadina, oppure rimanere seduti a scrutare la vita tranquilla del porto, fatta di barche da pesca colorate che rientrano dalla battuta mattutina. Se desiderate camminare potete affrontare il Conor Pass, o fare un giro in barca fino alle Great Blasket Islands per poi passeggiare su queste terre disabitate dagli anni ‘50. Pernottamento a Dingle.

    5° Dingle – Cloghane (22 km, +/- 650 m, 6.5 ore)
    Con un transfer privato raggiungete il piccolo villaggio di Tiduff e da qui percorrete un’antica strada militare fino al lato est del massiccio di Brandon, per finire nel paese di Cloghane. Tappa che attraversa zone remote e spettacolari, in campagne ricche di storia e accessibili solo a piedi. Pernottamento a Cloghane.

    6° Cloghane – Mount Brandon – Cloghane (10 km, +/-952 m, 6 ore)
    Da Cloghane seguite le tracce dei pellegrini, una tappa nella valle glaciale all’ombra del monte Brandon. L’ascesa alla vetta è accompagnata da una vista meravigliosa sul capo Slea Head, che si allarga ai vostri piedi con l’oceano sullo sfondo. La salita spiega perché il monte Brandon sia stato considerato sacro dalla popolazione locale, che ne aveva fatto un luogo di pellegrinaggio. Percorrete sentieri di montagna, su suolo erboso e a tratti su roccia, su sentieri in ghiaia e alcuni tratti su strada. Ritorno e pernottamento a Cloghane.

    7° Cloghane – Castlegregory – Cloghane (21 km, +/- 100 m, 5 ore)
    Meravigliosa passeggiata su uno dei tratti di costa più lunghi e incontaminati del Kerry. Breve transfer al mattino, poi l’itinerario a piedi segue l’andamento della linea costiera della Brandon Bay con le sue enormi onde. Sullo sfondo si stagliano maestose le montagne di Beenoskee e Caherconree. All’estremità della penisola di Magharees passate la storica isola di Illauntannig con le rovine del monastero del X secolo. Da qui svoltate a sud affiancando la costa est di Magharees per concludere la passeggiata nel paesino di Castlegregory. La tappa vi conduce a tratti su spiaggia e a tratti su strada. Con un transfer privato tornate a Cloghane per il pernottamento.

    8° Cloghane
    Dopo colazione transfer privato per Tralee e fine dei servizi.

    Per motivi organizzativi o climatici l’itinerario può subire qualche modifica, anche a vacanza iniziata.

     

  • Caratteristiche

    Itinerario medio-facile (T/E). L’itinerario si svolge su sentieri di montagna su erba e roccia, con possibili tratti fangosi, oltre che su stradine di campagna, su spiagge e per alcuni tratti su strada asfaltata. È necessario avere buoni scarponi da trekking. La lunghezza delle tappe varia dai 19 ai 21 km. Il 6° giorno la tappa misura 10 km, ma presenta un dislivello sia in salita che in discesa di 952 m, quindi piuttosto impegnativo. I dislivelli delle altre tappe variano invece dai 100 m ai 650 m.

    L’Irlanda è un paese umido, sia perché piuttosto piovoso, sia perché molto umido al suolo. Il tempo è imprevedibile e questa è una delle gioie del camminare in Irlanda. È necessario essere in grado di leggere una mappa (e una bussola) e avere un buon senso dell’orientamento. Buona parte del cammino è lungo la Dingle Way, percorso segnalato. Se amate spostarvi a piedi e questa è diventata un’abitudine che apprezzate anche in vacanza, questo trekking è adatto a voi. Ingredienti base per la riuscita della vacanza: un buon equipaggiamento, una dose di intraprendenza e una buona resistenza.

     

  • Come arrivare

    Il punto di partenza del trekking è Dingle.

     

    Gli aeroporti di riferimento sono quelli di Dublino o Cork.

    Voli diretti o con scalo con compagnie aeree low cost o di linea dai principali aeroporti italiani.

     

    Chiedeteci un preventivo!

    Dall’aeroporto di Dublino a Dingle:
    • treno per Tralee, ca. 4 ore (www.irishrail.ie)
    • bus da Tralee, ca. 1 ora (www.buseireann.ie)

    Dall’aeroporto di Cork a Dingle:
    • bus con 2 cambi, ca. 4.5 ore (www.buseireann.ie)

     

    RIENTRO

     

    Transfer privato da Cloghane a Tralee incluso nella quota.

    Da Tralee all’aeroporto di Dublino:
    • treno diretto o con un cambio per Dublin Heuston, ca. 4 ore (www.irishrail.ie)
    • bus 747 per l’aeroporto, ca. 1 ora (www.transportforireland.ie)

    Da Tralee all’aeroporto di Cork:
    • bus/treno diretto o con un cambio, ca. 2.5 ore (www.irishrail.ie)
    • bus 226A per l’aeroporto, ca. 30 min (www.transportforireland.ie)

     

     

  • Pernottamento e pasti

    Guesthouse, b&b e più raramente piccoli hotel. Le strutture sono state scelte per la loro posizione, per la cortesia dei gestori e per la qualità del cibo offerto. Le camere sono generalmente dotate di bagno privato, ma è possibile che il bagno privato sia esterno alla camera.

    Sono incluse 7 colazioni tipiche.  
    Alcune tappe del trekking si svolgono in aree piuttosto remote e lungo il percorso è spesso difficile trovare locali o negozi, quindi consigliamo di acquistare il pranzo al sacco al mattino prima di partire.
    Alcuni b&b danno la possibilità di acquistare il pranzo al sacco, da richiedere la sera precedente e da pagare sul posto.

  • Materiale informativo

    Con il roadbook in italiano e le mappe effettuate il tour in autonomia.

     

  • Al vostro fianco

    Per tutta la vacanza avete due numeri da contattare in caso di necessità: il nostro e quello del referente locale (inglese).

16