• Info

    Formula vacanza:

    individuale

     

    Data di partenza:

    ogni giorno dal 1.04 al 31.10.20

    Quota per persona in doppia:

    650 €

    hotel 3*

     

    Comprende:

    • 7 pernottamenti con colazione
    • traghetto Pireo-Sifnos a/r
    • transfer Porto Sifnos-hotel a/r
    • roadbook in italiano
    • materiale informativo
    • assistenza telefonica
    • assicurazione medico-bagaglio

    Non comprende:

    • volo da/per Atene
    • pasti
    • ingressi
    • trasporti con mezzi pubblici e/o taxi
    • tasse di soggiorno
    • quanto non specificato

    Supplementi:

    50 € partenze 10.07-31.08.20
    95/55 € crociera in caicco quota adulto/bambino fino a 10 anni
    290 € camera singola

    Documenti:

    Carta d’identità valida per l’espatrio o passaporto in corso di validità.

  • Itinerario

    1° Atene/Pireo
    Benvenuti in Grecia! Dopo il check-in in hotel, potete partire per un giro di esplorazione del centro di Atene (o del Pireo) e scoprire la cucina greca in una delle sue numerose caratteristiche taverne. Il Pireo è il quartiere portuale di Atene, il centro storico è facilmente raggiungibile con 15 minuti di metro. Pernottamento nel quartire del Pireo.

    2° Pireo – Sifnos; Artemonas, giro ad anello (4 km, +/- 200 m, 2 ore)
    In primissima mattinata raggiungete il porto del Pireo per imbarcarvi sul traghetto con destinazione Sifnos, partenza ale 7:05 (durata ca. 3.5 ore). Sbarcate nella città principale dell’isola, Kamares, dove si trova anche il vostro hotel. Transfer privato dal porto all’hotel. Con l’autobus pubblico (o con un taxi) potete raggiungere Artemonas, uno dei due villaggi principali insieme ad Apollonia; i loro nomi testimoniano come vi fossero presenti due templi dedicati agli dei gemelli, Apollo e Artemide. È una passeggiata tra le due anime dell’isola, tra esempi di architettura cicladica, terrazzamenti e muri a secco, noti fin dall ́antichità. Un continuum di piccole case bianche alternate a chiese e cappelle, in un dedalo di sentieri lastricati, con improvvise aperture che regalano panorami unici sulle isole circostante. Attraverserete anche alcune zone agricole a ridosso degli abitati, dove non mancano chiesette situate in luoghi ameni, come quella di Aghios Savvas. Si capirà inoltre l'importanza dei sentieri quali collegamenti antichi ancora oggi utilizzati e che nei prossimi giorni vi porteranno alla scoperta di Sifnos. Il giro si conclude dal punto di partenza o in alternativa si può proseguire a piedi fino a Kamares, lungo la vecchia mulattiera, nella gola tra Apollonia e il porto. In serata ci sarà modo di conoscere e sperimentare una delle cucine più varie e tradizionali della Grecia. Sifnos è infatti rinomata in tutta l'Ellade per la propria cultura e le proprie tradizioni gastronomiche. Pernottamento a Kamares.

    3° Apollonia – Vathi (9 km, + 300 m, - 550 m, 3.5 ore)
    Con l'autobus pubblico si arriva alla piazza di Apollonia, punto di inizio del trekking di oggi. Dopo essere saliti lungo lo Stenó (letteralmente “lo Stretto”) tra chiesette, case, taverne, caffè e negozi che pian piano si diradano, raggiungete il tranquillo villaggio sovrastante di Katavati, prima di arrivare al Monastero di Firoghia, crocevia di diversi sentieri. Oggi il monastero viene usato soprattutto per manifestazioni religiose e culturali tradizionali. Proseguite fino a raggiungere il monastero abbandonato di Tachsiarchis Skafis, databile attorno al XVII/XVIII secolo, un tempo dedito all’arte dell’agiografia e delle icone. Continuando arrivate davanti alla grotta Vougnou e alla chiesa di Panagia tou Nigiou, ristrutturata di recente e con una vista meravigliosa sul Mar Egeo e sulle isole di Poliegos, Milos e Kimolos. Avrete infine modo di vedere una delle sorgenti naturali di acqua di Sifnos, a Kalamitsi, prima di arrivare alla baia di Vathi, un tranquillo villaggio di pescatori e ceramisti, con una bella spiaggia di sabbia dove, tempo permettendo, potrete fare un bagno o rinfrescarvi con un ouzo e qualche meze in riva al mare. Rientro a Kamares in autobus pubblico o taxi. Pernottamento a Kamares.

    4° Apollonia– Katavati – Apollonia (13.5 km, + 540 m, - 480m, 5.5 ore)
    Un percorso tra gli antichi monasteri e le chiese di Sifnos. Il cammino comincia dalla vivace piazza di Apollonia (in bus o in taxi da Kamares), per scendere poi il sentiero che vi porta verso il villaggio di Kato Petali, una piccola valle fertile e ancora dedita all’agricoltura e al pascolo. Tra piccionaie, muri a secco, campi e ulivi raggiungete la chiesa Panaghia Straopodi, un epiteto che richiama il Dio Pan, chiamato spesso “Straopodi” ovvero piede di capra e di cui qui era conservata una statua, oggi purtroppo perduta. Continuando si raggiunge il Monastero Panaghia tis Vrisi, risalente al XVI Secolo, unico ancora abitato e con il suo museo di arte ecclesiastica (visitabile, con un po' di fortuna). Si sale quindi verso quella che era la acropoli, oggi Aghios Andreas, dove è possibile visitare anche il sito archeologico e godere di un bel panorama di Sifnos. Dall’acropoli micenea camminate verso un’altra cima, la più alta, dedicata al Profitis Ilias, con il suo monastero abbarbicato, che in estate era abitato dai monaci. Qui è possibile fare una pausa e prepararsi anche un caffè greco, e godersi la vista spettacolare, prima di ridiscendere fino al monastero di Firoghia (ovvero il pendant invernale al Profitis Ilias) per arrivare nuovamente a Katavati. È un villaggio contiguo ad Apollonia che si raggiunge scendendo per lo Stenó, letteralmente “lo Stretto”, tra chiesette, case, taverne, caffè e negozi che riportano alla vivace piazza di partenza e da dove si prende il bus per Kamares. Pernottamento a Kamares.

    5° Artemonas – Chryssopigi (7.8 km, + 300 m, - 450 m, 4 ore)
    La camminata odierna parte dalla piazza di Artemonas, dove arriva direttamente il bus pubblico dal porto; dal borgo di Aghios Loukas e tra campi terrazzati si raggiunge il monastero Panaghia Poulati, uno dei più antichi dell’isola. Chi vorrà potrà anche scendere la scalinata fino al mare per una nuotata mattutina, prima di riprendere il sentiero lungo la costa tra olivi e chiese sul mare che conduce al paese di Kastro. Kastro, capitale di Sifnos fino alla metà dell’Ottocento, è uno dei villaggi cicladici medievali meglio conservati con resti risalenti all’età micenea e romana, integrati al suo interno. Dopo aver visitato il villaggio, il vostro cammino riprende in un saliscendi tra campi e pascoli anticamente terrazzati, miniere in disuso, passando dal villaggio di pescatori di Faros, fino al bellissimo monastero di Chryssopigi. Questa sarà anche un’occasione per fare una nuotata sulla bella spiaggia a fianco del monastero. Rientro in hotel a Kamares con autobus pubblico o in taxi. Pernottamento a Kamares.

    6° Panaghia tou Vounou – Vathi (13 km, +/- 265 m, 5.5 ore)
    Con l’autobus raggiungiamo l’incrocio con la strada che porta al monastero di Panaghia tou Vounou. Dopo circa 600 metri si entra nel monastero e nella sua corte esterna, con l’impareggiabile vista panoramica. In questo monastero fu ospite anche Nikos Kazantzakis, autore di Zorba il Greco. Ai piedi del monastero comincia il sentiero che discende fino a Platì Gialos. Attraversandolo, camminando lungo la spiaggia, vedrete diversi laboratori di ceramica, per secoli l’attività principale di questo villaggio costiero. Raggiunta l’estremità meridionale della spiaggia, il cammino continua immerso nella natura tra ginepri, cedri e ulivi con scorci unici. Passate a fianco alla cosiddetta Villa Moussia, una antica casa di campagna abbandonata risalente al XVIII secolo, poco prima di raggiungere Fikiada, una baia naturale dai colori cangianti e spesso deserta: un’ottima occasione per un bagno rinfrescante. Il sentiero prosegue attraverso un’area naturale (parte di Rete Europa 2000) con una ricca flora e un habitat ideale per moltissime specie di uccelli. Seguendo quindi sempre la costa scendete verso la larga baia di Vathi, occasione per visitare uno dei laboratori di ceramica, prima di un bagno o un ristoro sulla spiaggia. Ritorno in autobus o taxi a Kamares. Pernottamento a Kamares.

    7° Sifnos – Atene/Pireo
    Dopo colazione, mattinata tranquilla a Kamares, per un bagno, una passeggiata fra i due capi della baia, per qualche acquisto di prodotti locali (ceramiche, formaggi, dolci, etc.) o per un caffè in riva al mare. Imbarco sul traghetto per il Pireo e sistemazione in hotel ad Atene (o Pireo). In serata rimane del tempo per una passeggiata in centro ai piedi dell’Acropoli o sul lungomare del Pireo per godere del clima mite e della ricca offerta gastronomica e conviviale. Pernottamento ad Atene.

    8° Atene/Pireo
    Giornata a dispisizione in base all’orario del vostro volo di rientro. Geia sou Grecia!

     


    Per motivi organizzativi o climatici l’itinerario può subire qualche modifica, anche a vacanza iniziata.

     

     

     

    Escursione facoltativa da richiedere al momento della prenotazione:

    • Crociera su caicco tradizionale (dal 1.07 al 31.08.20), durata 8 ore: partenza da Platis Gialos e include barbeque, antipasti greci, insalata, frutta e vino, birra, bibite, e acqua durante la crociera. Equipaggiamento snorkelling incluso.


    Escursioni a piedi alternative:

     

    • Trekking Cheronissos (5.8 km, +140m, -190m, 2 ore) La parte nord di Sifnos è un’area poco abitata e ospita giusto qualche laboratorio di ceramica, piccoli insediamenti, prevalentemente di pastori e agricoltori e il villaggio di pescatori di Cheronissos e ha un aspetto decisamente più selvaggio. Il cammino tra Kambanario e Cheronissos non è sicuramente tra i più frequentati, solo perché meno conosciuto. Con l’autobus o con un taxi si scende a Kambanario, sulla strada per Cheronissos. Da qui si dipana un sentiero che arriva ad Abourdektis, dove ci sono i resti di una torre di avvistamento e un piccolo bacino naturale che – in caso di ricche piogge invernali - sembra un laghetto. Da qui il sentiero si divide e si prosegue il trekking verso la chiesetta dedicata ai santi Nikolaos e Philippos, in posizione panoramica e ideale per una pausa. Nelle giornate senza vento è anche possibile scendere fino al piccolo attracco per barche per una nuotata. Si ritorna quindi al bivio di Abourdektis e si gira proseguendo fino a Cheronissos; questo grazioso villaggio di pescatori all’interno di una piccola insenatura che ricorda un fiordo è riparato dal vento e ideale per una nuotata o per un ristoro in riva al mare. Ritorno quindi in hotel con autobus o in taxi.
    • Trekking nelle antiche miniere di Aghios Sostis (10 km, +/-240 m) Sifnos, nell’antichità, era ricca di minerali preziosi; una ricchezza che, in età classica, le ha permesso di erigere uno dei tesori più ricchi al Santuario di Delphi, dedicato ad Apollo. Questo trekking conduce proprio là, dove sono state trovate tracce antiche di questa attività estrattiva. Si comincia da Artemonas, attraversando il paese per il suo dedalo di strade e tra le sue scenografiche ville del XIX Secolo, di chiara ispirazione alexandrina. Quindi si attraversa l’insediamento di Aghia Anna. Proseguendo, il paesaggio cambia e attraversa aree dedicate all’agricoltura, ai pascoli e alle coltivazioni con una vista scenografica sull’Egeo e sulle altre isole. Questa parte di Sifnos è molto esposta al vento da nord e la natura lo testimonia. Il percorso procede in un paesaggio arido, il terreno è ora secco e spesso roccioso. È un sentiero noto da migliaia di anni, quello che conduce alle miniere e che conduce alla chiesetta di Aghios Sostis, costruita appena sopra le miniere e ottimo punto per un ristoro e per godere della vista sul blu profondo dell ́Egeo. Il ritorno è lungo lo stesso sentiero. Questo sentiero è ideale nelle giornate senza vento.

     

     

  • Caratteristiche

    Itinerario: medio-facile (T/E)
    Lunghezza tappe: da 4 a 13 km
    Durata: 2-5.5 ore
    Dislivelli complessivi in salita: da +200 m a +540 m
    Dislivelli complessivi in discesa: da -200 m a -550 m
    Terreno: mulattiere, terra battuta, roccia levigata, brevi tratti di asfalto e brevi tratti sconnessi.

    Le tappe non sono lunghe ma presentano frequenti saliscendi, da affrontare al vostro ritmo, in tutta tranquillità. Ottima combinazione di trekking, visite e mare. Le escursioni sono possibili durante tutto l’anno, ma i periodi ideali sono la primavera e l’autunno, stagioni con temperature piacevoli e una luce vivida che rende ancora più vivaci i colori della terra e della vegetazione. In estate, a luglio e agosto, fa molto caldo, potete decidere di dedicare più tempo al mare e alle visite: se avete intenzione di camminare evitate le ore centrali della giornata.
    Ingredienti base per la riuscita della vacanza: un buon equipaggiamento, una dose di intraprendenza ed un pizzico di resistenza.

    Fa per me?
    Se amate spostarvi a piedi e questa è diventata un’abitudine che apprezzate anche in vacanza, questo trekking è adatto a voi.  

     

  • Come arrivare

    L’aeroporto di riferimento è Atene.
    Voli diretti di linea e low cost dai principali aeroporti italiani.

    Chiedeteci un preventivo volo!

     

  • Pernottamento e pasti

    Hotel 3* ad Atene e a Kamares (Sifnos). Camere con servizi privati. L’hotel di Kamares si trova a 150 metri dal mare e ha la piscina. Sono incluse 7 colazioni.

     

  • Materiale informativo

    Roadbook in italiano e mappe.

     

  • Al vostro fianco

    Per tutta la vacanza avrete due numeri di assistenza da contattare in caso di necessità: il nostro in Italia e quello del nostro referente locale (italiano).

18