• Info

    Formula vacanza

    individuale

     

    Data di partenza

    ogni giorno dal 1.04 al 31.10.19

     

    Quota per persona in doppia

    590 € hotel 3*/4*, agriturismi e b&b

     

    Comprende

    • 6 pernottamenti con colazione
    • 2 cene (Patrico e Monterivoso, bevande escluse)
    • eventuale transfer Poggio Bustone-Rieti e Rieti-Poggio Bustone (5° e 6° giorno)
    • assistenza telefonica
    • trasporto bagagli
    • materiale informativo
    • transfer come da programma
    • assicurazione medico-bagaglio

    Non comprende

    • viaggio per Spoleto e da Rieti
    • 4 cene, pranzi e bevande ai pasti
    • ingressi
    • tasse di soggiorno
    • extra
    • quanto non specificato

    Supplementi

    120 € camera singola
    95 € 4 cene (bevande escluse)
    250 € viaggiatore singolo (camera singola inclusa)
    20 € partenze durante il Festival di Spoleto (dal 28.06 al 14.07.19)

     

    Documenti

    Carta d'identità in corso di validità

  • Itinerario

    1° Spoleto
    Arrivo a Spoleto, ducato dei Longobardi e città medievale, famosa per il castello che domina la città dall’alto. Ha avuto un ruolo importante nella conversione di San Francesco, che andando in Puglia per cercare un futuro glorioso come cavaliere, si fermò a riposare proprio qui. Pernottamento nel centro storico.
        
    2° Spoleto – Patrico (9.7 km, + 848 m, - 211 m, 4 ore)
    Prima tappa breve ma ricca di natura. Prima di lasciare il centro di Spoleto consigliamo la visita del Duomo con gli affreschi di Filippo Lippi. Dopo la Rocca di Spoleto e il Ponte delle Torri (XIII sec.) entrate nei boschi ‘sacri’ del Monteluco. Questi boschi evocavano un’atmosfera mistica già dall’antichità e venivano rispettati con timore: frequentato da eremiti, il luogo attrasse anche San Francesco, che vi fece costruire un monastero nel 1218. Continuate sul Sentiero di Pio IX, lungo il quale egli fuggì dalla città saccheggiata nel 1831, prima di diventare Papa. Salendo arrivate al punto più alto di oggi, il valico di Castel del Monte. Qui lasciate la Via di San Francesco per raggiungere l’agriturismo a Patrico (1040 m s.l.m.), dove pernotterete.
         
    3° Patrico – Monterivoso (Ferentillo) (21.2 km, + 120 m, - 830 m, 6 ore)
    Dopo colazione tornate al punto in cui ieri avete lasciato La Via di San Francesco e da qui iniziate  la discesa nella Valle del Nera. Camminate nei boschi e passate Sensati, un paesino abbandonato negli anni ‘50. A Ceselli il sentiero prosegue pianeggiante, seguendo il fiume. Pernottamento a Monterivoso.
         
    4° Monterivoso – Piediluco (19.6 km, + 180 m, - 60 m, 5.5 ore)
    Seguendo il Nera lasciate Ferentillo. Appena prima della Cascata delle Marmore il sentiero sale trai boschi fino al punto più alto della cascata, creata dai romani artificialmente. Avete abbastanza tempo per visitarle. Senza altri dislivelli arrivate al lago di Piediluco, dove pernottate. San Francesco, come racconta la tradizione, è stato diverse volte a Piediluco. Per ricordare queste visite i Francescani cominciarono nel 1298 con la costruzione di una chiesa, ultimata nel 1338.

    5° Piediluco – Poggio Bustone/Rieti (18.7 km, + 925 m, - 480 m, 5.5 ore)
    Dopo colazione zaino in spalla e partenza per una nuova camminata ricca di luoghi di interesse. Passerete per Labro, delizioso e curatissimo borgo, Morro Reatino con la porta castellana e i resti di mura e torri medievali, proseguendo poi verso il faggio di San Francesco. Un albero talmente amato da essere diventato un piccolo santuario vivente: è famoso per la sua forma eccezionale, con i rami che s’intrecciano sinuosi a creare onde e nodi di bellezza inusuale. Secondo la tradizione la pianta assunse questa conformazione per riparare San Francesco da un temporale che lo sorprese. L'ultimo tratto in discesa taglia su antiche mulattiere fino a raggiungere Poggio Bustone. Pernottamento a Poggio Bustone, o a Rieti, che raggiungerete con un transfer privato.
         
    6° Rieti/Poggio Bustone – Rieti (17 km, + 252 m, - 683 m, 5 ore)
    Dopo colazione un transfer vi riporta a Poggio Bustone (se avete pernottato a Rieti) e da qui riprendete il sentiero. Il primo paese che incontrerete oggi è Cantalice, arroccato su un colle con case serrate tra loro e la Torre del Cassero, che ospita il santuario di San Felice dell’acqua, eletto a ricordo del miracolo. Proseguite poi su Via Roma fino al Santuario la Foresta, donato ai frati minori dal vescovo di Rieti nel 1648. Dopo circa 5 ore di cammino arrivate a Rieti. Dal ponte Romano il WWF ha realizzato un percorso lungo il fiume che porta ad ammirare alcuni degli angoli più belli della città, immersi nel verde della natura e nella freschezza del Velino. Avrete modo di passeggiare tra le vie di questa splendida cittadina e magari gustare una buona cena in uno dei locali caratteristici. Un tour guidato della  Rieti sotterranea è a disposizione per chi ne fosse interessato (non incluso nella quota).

    7° Rieti
    Dopo colazione fine dei servizi.

    Nonostante la nostra intenzione sia di rispettare il programma indicato, per motivi organizzativi o climatici l’itinerario potrebbe subire qualche lieve modifica, anche sul posto.

     

  • Caratteristiche

    Itinerario medio (E). Il trekking è adatto a persone con esperienza escursionistica, perché include alcuni percorsi di media montagna con qualche ripida salita e discesa. Tappe giornaliere di 10-21 km e dislivelli massimi in salita di 925 m e in discesa di 830 m. I percorsi si svolgono su sentieri, stradine di montagna o di campagna. Segnaliamo in particolare la tappa del 5° giorno, che è impegnativa. Se un’intera giornata di cammino è per voi l’ideale per allenare corpo e mente, questo trekking fa per voi. Ingredienti base per la riuscita della vacanza: un corretto equipaggiamento, una buona dose di intraprendenza e buona resistenza.

     

    Se camminare a lungo vi aiuta a scaricare le tensioni della routine e una vacanza a piedi è assolutamente necessaria per staccare la spina, questo tipo di viaggio è la risposta ideale.

     

  • Come arrivare

    Il punto di inizio del vostro trekking è Spoleto.

     

    AUTO
    - Da Nord Autostrada del Sole A1 Uscita Valdichiana. Direzione Perugia - Assisi - Foligno lungo la superstrada E45. Proseguire in direzione di Spoleto. Uscita di Spoleto.
    - Da Sud Autostrada del Sole A1, Uscita di Orte. Raccordo autostradale direzione Terni - Spoleto. Uscita di Spoleto.

    TRENO
    Spoleto è raggiungibile in treno. Info e orari su Trenitalia
    Dal nord consigliamo di raggiungere Perugia e da qui prendere il regionale veloce per Spoleto.

     

    RIENTRO

     
    TRENO
    Da Rieti a Spoleto, treno regionale con un cambio (durata ca. 1h45min). Info e orari su Trenitalia

     

  • Pernottamento e pasti

    Strutture molto varie, situate nei centri storici o immerse nella natura: hotel 3/4*, agriturismi e b&b. Camere con servizi privati. A Spoleto è possibile pernottare in hotel 3* o presso una casa religiosa situata vicino al centro storico con gli stessi servizi di un hotel.

     

    Sono incluse 6 colazioni e 2 cene (Patrico e Monterivoso, bevande escluse). Le rimanenti 4 cene e tutti i pranzi non sono inclusi nella quota. Possibilità di richiedere il servizio di mezza pensione (con supplemento).

     

  • Materiale informativo

    La descrizione dei percorsi e le mappe vi consentiranno di effettuare il tour in autonomia.

     

  • Al vostro fianco

    Per tutta la durata della vacanza avrete due numeri da contattare in caso di necessità: il nostro e quello del referente locale.

6