(1 impressioni)
Individuale
Trekking / 2022

Italia

La via di San Francesco

Da Spoleto a Rieti

da 610 €

7 giorni / 6 notti

Cod. IT106

  • Info

    Formula vacanza

    individuale

     

    Date di partenza

    ogni giorno dal 1.04 al 31.10.22

     

    Quota per persona 

    610 € in camera doppia

    690 € in camera singola

     

    Comprende

    • 6 pernottamenti con colazione 
    • 2 cene, bevande escluse
    • trasporto bagagli
    • roadbook in italiano
    • assistenza telefonica
    • assicurazione medico-bagaglio

    Non comprende

    • viaggio per Spoleto e da Rieti
    • pasti non menzionati
    • bevande
    • ingressi
    • mance, extra e quanto non specificato

    • assicurazioni facoltative (vedi dettagli)

    Supplementi

    50 € 2 cene, bevande escluse (Spoleto e Piediluco)

    176 € viaggiatore singolo 

    20 € partenze durante il Festival di Spoleto (dal 20.06 al 10.07.22)

     

    Documenti

    Carta d'identità in corso di validità

  • Itinerario

    1° Arrivo a Spoleto

    Arrivo autonomo a Spoleto, ducato dei Longobardi e fiera città medievale, con l'originale piazza del Duomo e il castello che domina il centro dall’alto. Spoleto ebbe un ruolo importante anche nella conversione di San Francesco che, in viaggio per la Puglia alla ricerca di un futuro glorioso come cavaliere, si fermò proprio qui per un momento di riposo, che fu decisivo per la sua vita.

     

    Sistemazione hotel 

     

    2° Tra i boschi sacri da Spoleto a Patrico

    La tappa di oggi è breve ma intensa e ricca di natura. Prima di lasciare il centro di Spoleto vi consigliamo la visita del Duomo con gli affreschi di Filippo Lippi. Dopo aver passato la Rocca di Spoleto e il Ponte delle Torri, entrate nei boschi sacri del Monteluco. Questi boschi evocavano un’atmosfera mistica già nell’antichità e venivano rispettati con timore reverenziale. Frequentati da eremiti, attrassero anche San Francesco: qui nel 1218 i francescani fecero costruire un piccolo convento. Continuate sul Sentiero di Pio IX, così denominato perchè fu la via dalla quale fuggì dalla città saccheggiata nel 1831, prima di diventare Papa. Salendo, arrivate al punto più alto di oggi: il valico di Castel del Monte a 1.085 metri di altitudine. Qui lasciate la Via di San Francesco per raggiungere il vostro agriturismo a Patrico, a 1.040 metri di altitudine, dove pernottate.

    *L’agriturismo di Patrico è aperto solo occasionalmente. Nel caso fosse chiuso o per altri motivi logistici, il pernottamento sarà spostato a Spoleto, la cena non verrà inclusa ma il costo del trasferimento da Patrico a Spoleto andata e ritorno sarà compreso nel pacchetto.

     

    Sistemazione agriturismo, Pasti colazione e cena, Cammino 4h - 10 km, Dislivello +766 m/-217 m 

     

    3° In discesa nella Valle del Fiume Nera, da Patrico a Ferentillo

    Dopo colazione tornate al punto in cui ieri avete lasciato La Via di San Francesco e da qui iniziate la discesa nella Valle del Nera, fiume che nasce nelle Marche, sui Monti Sibillini. Camminate nei boschi e passate Sensati, un paesino abbandonato negli anni ‘50. A Ceselli il cammino prosegue nella Valle del Nera lungo il fiume, diventando pianeggiante, fino a raggiungere Ferentillo, dove vi sistemate per la notte.

     

    Sistemazione hotel, Pasti colazione e cena, Cammino 7h - 21 km, Dislivello +219 m/-952 m 

     

    4° Da Ferentillo a Piediluco e la famosa Cascata della Marmore

    Lasciate Ferentillo seguendo il fiume Nera. Appena prima della Cascata delle Marmore il sentiero sale tra i boschi fino al punto più alto di questa impressionante caduta d’acqua, che fu creata dai romani artificialmente, vale davvero la pena una sosta per visitarla. Senza affrontare altri dislivelli arrivate al lago di Piediluco, all’estremità sud dell’Umbria, dove trascorrete la notte. San Francesco, come racconta la tradizione, è stato diverse volte a Piediluco. Per ricordare queste visite nel 1298 i Francescani iniziarono la costruzione di una chiesa, ultimata nel 1338.

     

    Sistemazione hotel, Pasti colazione, Cammino 5h30 - 20 km, Dislivello +408 m/-297 m

     

    5°  Benvenuti in Lazio, in cammino fino a Poggio Bustone

    Dopo colazione, partite per una nuova tappa a piedi ricca di luoghi di interesse. Passate per il delizioso e curatissimo borgo di Labro e il villaggio di Morro Reatino che ospita resti di mura e torri medievali. Potete scegliere di andare direttamente a Poggio Bustone oppure aggiungere due chilometri per recarvi al faggio di San Francesco, un albero talmente amato da essere diventato un piccolo santuario vivente: è famoso per la sua forma eccezionale, con i rami che s’intrecciano sinuosi e che creano onde e nodi di una bellezza inusuale. Secondo la tradizione, la pianta assunse questa conformazione per riparare San Francesco da un temporale. L'ultimo tratto della tappa di oggi corre in discesa lungo antiche mulattiere fino a raggiungere Poggio Bustone.

     

    *Se il b&b di Poggio Bustone non ha disponibilità il pernottamento verrà spostato a Rieti, raggiungibile con transfer privato di 20 minuti da Poggio Bustone. In questo caso il transfer sarà compreso nel pacchetto).

     

    Sistemazione b&b, Pasti colazione, Cammino 6h - 19 km, Dislivello +780 m/-446 m

     

    6° Villaggi arroccati e santuari tra Poggio Bustone e Rieti

    Il primo paese che incontrate oggi è Cantalice, arroccato su un colle, con case serrate tra loro e la Torre del Cassero, che ospita il santuario di San Felice dell’acqua, eletto a ricordo del miracolo. Proseguite poi su Via Roma fino al Santuario la Foresta, donato ai frati minori dal vescovo di Rieti nel 1648. Dopo circa 5 ore di cammino arrivate a Rieti. Dal Ponte Romano, il WWF ha realizzato un percorso lungo il fiume che porta ad ammirare alcuni degli angoli più belli della città, immersi nel verde della natura e nella freschezza del Velino. Dopo esservi sistemati in hotel, vi consigliamo di passeggiare tra le vie di questa splendida cittadina e magari gustare una buona cena in uno dei locali caratteristici del centro. Un tour guidato della Rieti sotterranea è a disposizione per chi ne fosse interessato (non incluso nella quota).

     

    *Se ieri avere dormito a Rieti la mattina vi attende un transfer privato per Poggio Bustone per riprendere il cammino.

     

    Sistemazione hotel, Pasti colazione, Cammino 5h30 - 17 km, Dislivello +288 m, -624 m 

     

    7° Fine tour a Rieti

    Dopo colazione fine dei servizi.

     

    Pasti colazione

     

     

    L’itinerario potrebbe subire modifiche prima e/o durante la vacanza per motivi organizzativi, condizioni climatiche o per disposizioni delle autorità locali. Lungo il percorso, per esempio, potrebbero esserci deviazioni temporanee non previste segnalate solo sul posto.

     

  • Caratteristiche

    Cosa ti aspetta

    Un cammino itinerante di sette giorni, con tappe mediamente impegnative. Il percorso si sviluppa lungo sentieri collinari e di media montagna, con costanti dislivelli, adatti a camminatori allenati. Ingredienti base per la riuscita della vacanza: un corretto equipaggiamento, una buona dose di intraprendenza e buona resistenza.

     

    Caratteristiche in dettaglio

    • Livello: medio (E)

    • Lunghezza tappe: da 10 a 21 km

    • Durata: 3h30 - 7h

    • Dislivelli complessivi: da +219 a +838 m e da -217 a -952 m

    • Terreno: sentieri di media montagna con qualche ripida salita e discesa, stradine di montagna o di campagna.

     

    La tappa tra Umbria e Lazio del 5° giorno è particolarmente impegnativa. 

    Il tour si svolge ad un'altitudine compresa tra i 213 e i 1.098 metri.

     

     

  • Come arrivare

    Spoleto è la città di inizio viaggio da raggiungere in autonomia.

    Alcuni giorni prima della partenza ti comunicheremo il nome dell’hotel.

     

    In aereo

    Firenze (FLR) e Roma Fiumicino (FCO) sono gli aeroporti di riferimento.

    - dall’aeroporto di Firenze: tramvia GEST fino a Firenze Alemanni – Stazione Santa Maria Novella o navetta Volainbus fino all’autostazione Busitalia. Da qui treno con 1 o 2 cambi Trenitalia fino a Spoleto, durata totale 3h30 circa.

    - dall’aeroporto di Roma Fiumicino: treno Leonardo Express fino a Roma Termini e da qui treno diretto Trenitalia fino a Spoleto, durata totale 2h circa.

     

    In treno

    Spoleto è la stazione ferroviaria di riferimento.

     

    In auto

    Chiedi direttamente alla struttura di pernottamento se è possibile prenotare un parcheggio per l’intera durata del viaggio. In alternativa puoi cercare parcheggi gratuiti o a pagamento nelle vicinanze della struttura.

     

    RIENTRO

    Rieti è la città di fine viaggio. Da qui puoi fare rientro a casa

     

    In aereo

    Roma Fiumicino (FCO) è l’aeroporto di riferimento.

    Per raggiungerlo: da Rieti treno con 2 cambi fino a Roma Termini. Da qui treno Leonardo Express fino all’aeroporto, durata totale 3h30 circa.

     

    In treno

    Rieti è la stazione ferroviaria di riferimento. Da qui collegamenti verso le principali città italiane.

     

  • Pernottamento e pasti

    Il cammino prevede il pernottamento in strutture molto varie, situate nei centri storici o immerse nella natura: hotel 3/4* nelle città più grandi e agriturismi, locande e b&b nelle tappe intermedie, spesso a conduzione familiare. Le camere hanno servizi privati.

    La colazione è sempre inclusa per iniziare la giornata con la giusta carica.

     

  • Materiale informativo

    Prima della partenza riceverai via email:

    - il link per scaricare in PDF la scheda viaggio e il documento finale con le ultime informazioni sulla tua vacanza

    - l’assicurazione medico-bagaglio

    - la lista hotel

    - le tracce gps (su richiesta)

     

    Al tuo arrivo sul posto troverai:

    - le etichette bagaglio

    - il roadbook e le mappe del percorso

    - altro materiale informativo cartaceo

     

  • Al vostro fianco

    Assistenza

    Nel documento finale sarà indicato il numero di telefono da contattare in caso di emergenza durante la vacanza.

  • 1 Impressioni di viaggio
    • Laura

      Vacanza del 16-22 settembre 2019

      Pubblicazione 27 settembre 2019

      Dopo l'itinerario Assisi-Spoleto ho scelto di continuare con il tratto successivo e ho trovato gli stessi bellissimi scenari e le sensazioni positive dell'altra volta. Consigliato per un trekking non eccessivamente impegnativo ma attenzione a seguire bene la traccia perché in alcuni punti non è molto chiara.
      Ottime le strutture selezionate per il pernottamento, ho trovato sempre molto calore e accoglienza.
6
1