• Info

    Formula vacanza

    in gruppo italiano

    2 - 10 partecipanti + guida locale parlante italiano

    Data di partenza

    dal 25.06 al 5.07.20

    dal 16.07 al 26.07.20

    dal 13.08 al 23.08.20

    dal 24.09 al 4.10.20

    dal 29.10 al 8.11.20

    dal 3.12 al 13.12.20

     

    Quota per persona in doppia

    1.945 €, resort/lodge e campo tendato

    minimo 2 persone 

     

    Comprende

    • guida locale parlante italiano per tutta la durata del tour
    • trasferimenti in fuoristrada con autista
    • 10 pernottamenti in pensione completa, inclusa acqua minerale ai pasti
    • cuoco professionista, con materiale da campeggio e cucina
    • ingressi ai villaggi e parchi nazionali come da programma
    • gita in barca sul lago Chamo e delta dell’Omo
    • assicurazione medico-bagaglio 

    Non comprende:

    • volo a/r dall’Italia
    • eventuale adeguamento valutario*
    • altre bevande e alcolici
    • eventuali feste e cerimonie speciali
    • ingressi per videocamera
    • eventuali altri ingressi facoltativi
    • mance
    • extra
    • quanto non specificato

    * cambio euro-dollaro al 3.04.2020 di 1€ = 1,081 $ 

     

    Supplementi:

    240 € camera singola

     

    Documenti:

    Passaporto con validità residua di 6 mesi all’arrivo in Etiopia e visto.

     

    Il visto turistico si potrà ottenere in aeroporto ad Addis Abeba al costo di circa 50 $, pagabili anche in Euro, valido per 30 giorni. Sarà necessario portare con sé due fototessere recenti.

     

    Attenzione:

    Portate sacco a pelo, cuscino e asciugamani.

  • Itinerario

    1° Addis Abeba – Ziway (180 km, ca. 3,5 ore)

    Arrivo individuale ad Addis Abeba. Disbrigo delle formalità doganali e incontro con la guida in aeroporto. Colazione in un caffè della capitale e visita al rinnovato Museo Nazionale, che conserva i resti fossili di Lucy, antica progenitrice ominide vissuta 3,5 milioni di anni fa. 

    Successivamente, partenza in fuoristrada per il lago Ziway, dove vi attende una gita in barca fino all’isola di Gelila. Pernottamento nella cittadina di Ziway, sulle sponde del lago omonimo, da dove potrete ammirare l’esuberante ricchezza di animali e uccelli che abitano il lago e l’atmosfera magica di questo paesaggio unico. 

    Pernottamento: resort.

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena

     

    2° Ziway – Maze Park (290 km, ca. 5,5 ore)

    Il viaggio prosegue verso sud, inoltrandosi tra le colline ricoperte di tipiche capanne contornate da orti in cui vivono le popolazioni Wolayta e Gamo. Sosta per visitare il villaggio di Wolayta e poi proseguite verso la cittadina di Morka, per visitare il mercato delle donne. Arrivo infine al Parco Nazionale del Maze, un parco di recente fondazione e interessante perché ospita moltissime specie di uccelli, un paradiso per i birdwatchers, e perché vi si trovano numerosi mammiferi tra i quali i bufali e l’antilope di Swayne, a rischio di estinzione.

    Pernottamento: campo tendato

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena

     

    3° Maze Park – Gamo Gofa (50 km, ca. 1,5 ore) 

    Dopo un’esplorazione mattutina del parco, proseguimento per la terra del popolo Gamo, che conserva orgogliosamente le proprie tradizioni e il cui nome significa “la forza del leone”. Conosciuti come grandi cacciatori, oggi i Gamo si dedicano prevalentemente all’agricoltura e all’allevamento del bestiame. Visita del mercato diurno. In questo villaggio, inoltre, il sabato, dopo il tramonto, si svolge il mercato serale, l’unico nel Paese, che comincia nel tardo pomeriggio e prosegue fino a notte inoltrata alla luce delle lanterne. 

    Pernottamento: campo tendato

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena

     

    4° Gamo Gofa – Jinka (110 km, ca. 2,5 ore)

    Dopo colazione, proseguimento verso sud. Lungo il percorso, sosta per la visita del villaggio Male, un popolo che vive nella zona nord-orientale della bassa valle dell’Omo. Grazie al territorio in cui vivono, montuoso al centro e pianeggiante nelle zone circostanti, i Male sono un popolo sia di agricoltori che di pastori. Sosta poi in un villaggio Ari, l’etnia maggioritaria nella zona di Jinka: costruiscono villaggi ordinati e affrescano le capanne con dipinti dai colori naturali, che ricordano i lavori degli aborigeni dell’Australia. 

    Arrivo infine a Jinka, e visita del South Omo Research Center, un centro culturale che vi preparerà a cogliere gli stimoli che offriranno le escursioni nei giorni seguenti tra le gente della Valle dell’Omo. 

    Pernottamento: resort

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena

     

    5°Jinka – Mursi – Benna (240 km, ca. 5 ore)

    Partenza verso il Parco Nazionale di Mago, uno dei territori più belli del Grande Sud. Il Parco è un ambiente selvaggio, che varia da savana aperta a foreste di acacie e vi si trova una riserva naturale per una grande varietà di uccelli, antilopi, dik dik, bufali, zebre, leoni e leopardi. È anche la regione dei Mursi, una delle popolazioni più famose dell’Africa. Gente superba e, a volte, un po’ scorbutica, i Mursi vivono in simbiosi con le loro mucche dalle corna smisurate, a forma di cuore. Popolo nilotico, i Mursi sanno sorprendere chi si avventura nelle loro terre: le donne in particolare sono famose per deformarsi il labbro inferiore con un piattello labiale. Rientro poi a Jinka e proseguimento per raggiungere un villaggio Benna, un gruppo etnico che vive a nord degli Hamer e dei quali sono un sottogruppo: hanno le stesse tradizioni degli Hamer, ma si distinguono da loro per le decorazioni e le acconciature; i Benna infatti portano capelli e treccine con ornamenti di perline blu e azzurre mentre le donne portano in testa un copricapo fatto con una zucca tagliata a metà.

    Pernottamento: campo tendato

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena

     

    6° Benna – Karo – Turmi (200 km, ca. 3,5 ore)

    Dopo colazione, visita del villaggio dei Benna, un popolo di pastori e agricoltori di lingua omotica. Dopo la visita ai loro villaggi, partenza per un trekking facile e pianeggiante fino al tradizionale mercato del martedì, il mercato di Aludba, un punto di incontro dei popoli Tsemay e Benna, entrambi facenti parte del gruppo etnico Hamer. Camminare fianco a fianco con le donne dirette al mercato sarà un’esperienza unica ed emozionante. Partenze poi per andare a trovare anche i Karo, altro clan degli Hamer che si è specializzato nella pesca, e che ci accoglierà in uno dei posti più panoramici della valle dell’Omo. I Karo si distinguono perché in occasione di cerimonie ed eventi si dipingono il corpo con colori naturali. Arrivo infine a Turmi per il pernottamento.

    Pernottamento: lodge

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena

     

    7° Turmi – Omorate –Turmi (160 km, ca. 3 ore)

    Dopo colazione, attraverserete la regione Hamer per arrivare alla sponde del mitico fiume Omo dove navigherete su una barca a motore per raggiungere uno tra i villaggi più remoti dei Dessanech. Siete a un passo dal confine con il Kenya, in una terra di frontiera e remota. I Dessanech vivono lungo le sponde meridionali dell’Omo, e sono principalmente un popolo di pastori e pescatori, che utilizzano grandi reti a maglie strette e navigano con tradizionali canoe ricavate dai tronchi degli alberi. Questa è una regione incantata per chi ama osservare gli uccelli. Nel tardo pomeriggio rientro a Turmi, dove pernotterete.

    Pernottamento: campo tendato

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena

     

    8° Turmi  – Konso (230 km, ca. 4 ore)

    La mattina potrete visitare la zona degli Hamer prima di partire verso nord per raggiungere le colline terrazzate del popolo Konso: percorrerete la solitaria strada di Weyto che attraversa il famoso lago Stefania, ora prosciugato e ridotto a palude. I Konso occupano l’ultimo tratto di dolce altopiano verso la valle dell’Omo prima di diventare savana e hanno letteralmente scolpito un paesaggio unico, in cui le colline sono interamente modellate da terrazzamenti e solcate da canalizzazioni di una perfezione tecnica ammirabile, tanto da essere dichiarate patrimonio UNESCO. A Konso visiterete il mercato settimanale e poi l’omonimo museo che conserva testimonianze della cultura dei Konso, tra cui le famose “waka”, le stele funerarie in legno. 

    Pernottamento nel villaggio di Konso.

    Pernottamento: campo tendato

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena

     

    9° Konso – Arba Minch (210 km, ca. 3,5 ore)

    Riprendiamo il viaggio verso Nord, risalendo la Rift Valley fino alla città di Arba Minch, il cui nome significa “quaranta sorgenti”, e che si trova sulle rive dei laghi Chamo e Abaya, due laghi situati nella parte più a sud del Rift Etiopico. I due laghi sono separati da una stretta striscia di terra conosciuta come il “Ponte di Dio”. 

    Lungo il percorso sosta per una gita in barca sul lago nel Parco del Nech Sar, dove si potranno osservare coccodrilli e ippopotami. Il parco è anche un ottimo punto di osservazione per i birdwatchers. Arrivo infine ad Arba Minch per il pernottamento. 

    Pernottamento: resort

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena

     

    10° Arba Minch – Langano (280 km, ca. 5 ore)

    Dopo colazione, salite le montagne che sovrastano i laghi Abaya e Chamo per visitare il popolo Dorze, un popolo di tessitori che possiede un’antica tradizione nella lavorazione del cotone con tecniche molto semplici ma efficaci e che vivono all’interno di altissime capanne a forma di testa di elefante che raggiungono fino a 10 metri di altezza. Le capanne vengono costruite con bambù e vengono poi ricoperte con foglie di falso banano; nonostante sembrino strutture poco stabili, possono durare anche fino a 60 anni! I villaggi sono tutti circondati da un bosco di ensete, la pianta del falso banano. Sarà interessante anche assistere alla lavorazione e preparazione del pane con la farina ricavata dalle foglie dell’ensete.
    Al termine delle visite proseguimento per il villaggio di Langano, posta sulle rive dell’omonimo lago.

    Pernottamento: lodge

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena

     

    11° Langano – Addis Abeba (315 km, ca. 5,5 ore)

    Al mattino tempo libero per rilassarsi lungo il Lago Langano, dove sarà possibile fare anche il bagno. Partenza poi per visitare il Parco Nazionale di Abiata-Sciala, che ospita nei suoi laghi numerose varietà di uccelli. I laghi Abiata e Sciala sono separati da uno stretto istmo di terra, ma mentre l’Abiata è placido e profondo solo 14 metri, lo Sciala arriva fino a 260 metri di profondità ed è caratterizzato da numerose sorgenti di acqua calda. 

    Terminate le visite, partenza per Addis Abeba, dove avrete a disposizione delle stanze day use (una per 4 persone fino alle 19:30); seguirà poi una cena tradizionale e infine trasferimento in aeroporto per il volo notturno di rientro individuale in Italia. 

    Pasti inclusi: colazione, pranzo, cena

     

    Per motivi organizzativi o climatici l’itinerario potrebbe subire modifiche prima e/o durante la vacanza. In caso di chiusure non prevedibili al momento della pubblicazione del programma, sostituiremo la visita con altri luoghi di interesse.

     

  • Caratteristiche

    Itinerario medio-facile. 

    Le visite e le escursioni a piedi sono facili e non presentano particolari difficoltà. Gli spostamenti saranno effettuati con un fuoristrada privato e alcuni giorni potranno essere lunghi a causa delle condizioni delle strade non sempre in perfette condizioni; per circa metà viaggio inoltre percorrerete strade sterrate. Il viaggio richiede un ottimo spirito di adattamento, in particolare per quanto riguarda le sistemazioni: pernotterete alcune notti in lodge e hotel e alcune notti in campi tendati. Le strutture sono decorose e pulite ma un po’ “spartane”, si tratta comunque delle migliori disponibili in zona. Questo itinerario si svolge nella zona sud dell’Etiopia, un’area remota con infrastrutture in via di sviluppo. La carenza generale di servizi può generare una momentanea mancanza nell’erogazione di acqua e/o di corrente elettrica, comune a tutta la zona. I campi tendati saranno montati al momento in zone non attrezzate e per questo motivo è necessaria un po’ di adattabilità. Questo permette di sostenere anche l’economia locale e viaggiare in modo più responsabile e sostenibile. 

    Il viaggio si effettua con un minimo di due persone e può includere la presenza di partecipanti provenienti da altri tour operator.

     

    Ogni singolo partecipante deve essere in uno stato di forma psicofisica che gli consenta di poter svolgere e completare l'itinerario della vacanza scelta. In caso contrario, per tutelare l'incolumità del gruppo e del partecipante stesso, l'accompagnatore si riserva il diritto di escluderlo dalle escursioni che riterrà più impegnative.

     

  • Come arrivare

    Ritrovo con la guida locale in aeroporto ad Addis Abeba.

     

    L’aeroporto di riferimento è l’aeroporto di Addis Abeba Bole. Dall’Italia partono voli diretti o con uno scalo.

    Il volo non è incluso nella quota ma è possibile prenotarlo con noi: chiedici un preventivo.

     

  • Pernottamento e pasti

    Sono inclusi 5 pernottamenti in hotel o lodge in camere doppie con servizi (molto semplici ma i migliori disponibili nella zona) e 5 pernottamenti in campi tendati con doccia-tenda in comune e servizi igienici “en plein air”. I campi tendati saranno montati al momento dallo staff al seguito, e l’attrezzatura sarà con voi nel veicolo di appoggio. L’attrezzatura sarà costituita da: tenda tipo igloo, materassino, tenda-doccia, bacinella con acqua pulita per lavarsi, tavolino e sedia da campeggio, e materiale per cucinare. Non saranno forniti sacco a pelo, cuscino e asciugamani: raccomandiamo di portarli, assieme a una torcia frontale.

    L’acqua per l’igiene personale è razionata: sarà necessario utilizzarla con molta parsimonia.

     

    È inclusa la pensione completa, con acqua minerale ai pasti. Durante le notti in campeggio avrete al seguito un cuoco professionista che si occuperà della preparazione dei pasti, sia caldi che freddi. Potrà essere prestata attenzione per alcune intolleranze, ma non saranno garantiti pasti per celiaci o con particolari esigenze.

     

    Attenzione: nei casi in cui non si verifichino le condizioni per un abbinamento, a chi viaggia da solo verrà richiesto di pagare per intero la quota del supplemento singola. Tale supplemento sarà rimborsato in caso si concretizzi in seguito l'effettivo abbinamento.

     

  • Materiale informativo

    Alcuni giorni prima della partenza invieremo via mail il documento finale con: 

    • orario e luogo di incontro 
    • indirizzi e numeri di telefono utili
    • eventuali informazioni personalizzate
     
  • Al vostro fianco

    Guida locale parlante italiano per tutto il tour.

     

    Durante il viaggio, in caso di necessità, potete contattare il numero: 

    • della guida locale
    • di emergenza Zeppelin attivo ogni giorno dalle 8:00 alle 20:00, orario italiano
     

     

14

Purtroppo non è possibile prenotare questa vacanza nel 2020, peccato!

Le partenze di molti tour riprenderanno nel 2021.

 

>Guarda dove puoi viaggiare quest'anno

 

Chiudi Chiudi